Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie
News
Tutte le news del CET

Come previsto dalle deliberazioni dell’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente) la Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali ha reso disponibile il 28 Settembre 2018, ai fini dell’inserimento nell’Elenco delle imprese a forte consumo di energia elettrica, il portale per la raccolta di:

  • dichiarazione per l’annualità 2017 (Ante Riforma);
  • dichiarazione per l’annualità 2019 (Post Riforma).

Il Portale per l’invio delle dichiarazioni, accessibile tramite il link: energivori.csea.it, rimarrà aperto fino al 12 Novembre incluso.

Possono accedere al contributo energivori 2017 (Ante Riforma) i soggetti giuridici per i quali, nell’anno 2017, si siano verificate le seguenti condizioni:

  • abbiano utilizzato, per lo svolgimento della propria attività, almeno 2,4 GWh di energia elettrica;
  • abbiano il rapporto tra il costo dell'energia elettrica utilizzata ed il valore del fatturato almeno pari al 2 per cento;
  • abbiano il codice ATECO prevalente riferito ad attività manifatturiera.

Per poter invece accedere alle agevolazioni in fattura concesse alle aziende energivore nel 2019, è necessario rispettare i seguenti requisiti:

  • consumo annuo medio di energia elettrica nel triennio 2015-2016-2017 almeno pari a 1 GWh;
  • codice Ateco incluso nell’allegato 3 della Comunicazione (2014/C 200/01) della Commissione europea recante “disciplina in materia di aiuti di Stato a favore dell’ambiente e dell’energia 2014- 2020” (di seguito: Linee guida CE) ed indice di intensità elettrica sul fatturato almeno pari al 2%;
  • codice Ateco incluso nell’allegato 5 delle Linee Guida CE ed indice di intensità elettrica in riferimento al VAL almeno pari al 20%;

Possono accedere alle agevolazioni 2019 anche le imprese che non rientrano nei requisiti sopraindicati ma sono ricomprese negli elenchi delle aziende a forte consumo di energia degli anni 2013 o 2014 e possiedono un indice di intensità elettrica sul fatturato medio almeno pari al 2%.

L’ufficio tecnico del CET è disponibile a verificare il soddisfacimento dei requisiti energivori per le aziende interessate e qualora le verifiche avessero esito positivo, sarà a disposizione per supportare i soci nello svolgimento della procedura di accreditamento sul sistema informatico.

Hai aggiornamenti riguardo le nostre ultime news?
20 Sep

Accedi al tuo account